La tua casa rispecchia i tuoi bisogni?

Mai come in questo periodo il tema della casa si è rilevato essere attuale e di grandissima importanza ai fine del comfort personale.

Questi giorni di reclusione forzata, ma necessaria, sono sicura che abbiano fatto riflettere tutti noi su quanto la nostra casa, gli spazi che ci circondano, siano effettivamente adeguati al nostro stile di vita e soprattutto al nostro benessere psico-fisico.

Presi dai ritmi frenetici che viviamo di solito, nelle nostre "toccate e fuga calinghe"spesso abbiamo dato per scontato o reputato di secondaria importanza il tema casa, ma ecco che arriva un virus malefico che ci costringe a rivedere la nostra quotidianità, le nostre abitudini, le nostre priorità.

Io stessa, in questi giorni di vita casalinga, mi sono ritrovata a dover fare i conti con la mia casa, a dover rivalutare delle scelte fatte in un momento in cui mi sembrava che la mia vita dovesse andare su un binario prestabilito e non ci fosse necessità di dover valutare altri persorsi, altre ipotesi.

Da sempre io ho una vita molto frenetica, trascorro gran parte delle mie giornate fuori casa, dividendo il mio tempo tra lo studio, i sopralluoghi e gli incontri con i clienti.

Quando ho ristrutturato casa, scelsi di non avere nessuna stanza o angolo studio; erano talmente tante le ore che già dedicavo al mio lavoro stando fuori che mi imposi di limitare il tempo da trascorrere in casa ad altre attività che non riguardassero lo studio.

Oggi mi ritrovo:

1 - ad aver invaso il tavolo dell'open space con computer, faldoni, e fogli volanti

2 - di conseguenza un desiderio incontenibile, misto a necessità, di creare un angolo studio nella mia casa!


Già fantastico da un paio di giorni ...e me lo immagino nel mio salotto...un angolino riservato...., sotto la finestra lo scrittoio Zac di Bontempi, nell'angolo la bellissima lampada Twiggy di Foscarini, le mie piantine grasse nei loro vasi colorati fanno risaltare il davanzale in legno laccato bianco; la sedia è importante che sia comoda per lavorare, ma essendo un angolo aperto sul salotto deve essere anche adeguata al resto dell'ambiente...quindi mi immagino la poltroncina Arnold di Maisons du monde che andrà ad integrarsi con il divano in pelle vintage color visone a cui ho abbinato dei cuscini di Elitis giallo ocra.


Il resto è tutto bianco, quindi richiamare il colore ocra nella poltroncina mi sembra una buona idea per dare un tocco di vivacità



La nostra casa dovrebbe parlare di noi e allora analizziamola questa casa.

In questi giorni in cui siamo costretti a rimanere a casa facciamo questo esercizio, analizziamo le nostre case rifacendoci alle nostre abitudi di vita. In fondo non avremo forse mai più (e in realtà lo spero!) un'occasione per vivere e analizzare così intimamente e dettagliatamente la nostra casa presi come siamo dai nostri frenetici ritmi di vita.

Leggendo questo articolo molti miei clienti potranno ora capire il senso di tutte le domande a cui li sottopongo, ogni volta che si rivolgono a me per sviluppare il progetto della loro casa.

Di solito comincio con la domanda: come immagini la tua nuova casa?

Le risposte sono quasi sempre relative all'estetica o alla grandezza degli spazi:

- la vorrei colorata

- la vorrei accogliente

- vorrei un bagno grandissimo

- ho visto su un rivista una cabina armadio bellissima, la vorrei così, tu la trovi funzionale?

La mia risposta è quasi sempre la stessa: parleremo anche di questo, che è un aspetto importantissimo del progetto, ma quello che vorrei sapere ora è come immagini di vivire la tua casa? Quali sono le tue abitudini, le tue necessità?


La nostra casa deve parlare di noi nei colori, nelle forme..ma soprattutto nell'organizzazione.


Facciamo un esempio che a molti sembrerà banale: IL DOPPIO LAVABO IN BAGNO


Quanti di voi, in questo momento, credono che sia una scelta puramente estetica, per rendere il bagno più di design, più "da rivista".

Vi assicuro che non è così (visti i costi raddoppiati di realizzazione!)

Per alcuni forse può essere una scelta dettata da una prefenza estetica, per molti, sicuramente per le persone a cui l'ho inserito nei progetti, è una scelta pensata a cui si è arrivati dopo aver ragionato sulle abitudini personali di vita.


Pensate ad una famiglia dove moglie e marito per esigenze lavorative devono uscire da casa alla stessa ora.

Le ipotesi possono essere due:

- uno dei due si alza una mezzora prima dell'altro

- ci si alza contemporaneamente e si perde mezzora a discutere per l'uso del bagno. In tutte le famiglie le frasi sono le stesse:

- vado prima io perchè impiego meno tempo!

- puoi darti una mossa, sono in ritardo?

- il tempo di lavare i denti e truccarmi e ti lascio il bagno!


E' una situazione familiare molto comune, ma ogni volta che faccio questo esempio la risposta è: non ci avevo pensato!

Allora mi chiedo: forse ci relazioniamo in maniera errata alla notra casa? Siamo superficiali nell'analizzare i nostri reali bisogni? Assolutamente no! La realtà è che siamo abituati a considerare solo un aspetto della progettazione di una casa, siamo concentrati solo una parte del problema, la parte estetica per la precisone, la parte che ci suggeriscono le riviste, le fantastiche immagini che troviamo girando sul web, ma quelle immagini non ci raccontano della vita delle persone, non ci dicono perchè quel bagno, quella cucina, quel salotto sono stati pensati in quel modo. Molte sono immagini pubblicitarie, tante altre sono progetti bellissimi che però riguardano la casa di un'altra persona che avrà vita, esigenze e abitudini diverse dalle nostre

Noi da quelle immagini possiamo prendere spunto, ma dobbiamo poi necessariamente riadattarle alla nostra vita, ai nostri bisogni.

Da qui la sostanziale differenza tra progetto estetico e progetto concreto.


Vi faccio un altro esempio: LA CUCINA, per la precisione la mia cucina.


Questa mattina mi sono svegliata con l'idea di preparare un dolce.

Mentre ero in cucina a pasticciare ho pensato se, dovendo oggi riprogettare la mia cucina, l'avrei ripensata nello stesso modo.

Devo essere onesta con voi e ammettere che quando feci il progetto della mia cucina, sebbene mi imposi di mantenere bilanciate la parte estetica e quella funzionale - cosa che da sempre consiglio a tutti voi (una non può prescindere l'altra e solo quando entrambe rientrano armoniosamnete nello stesso progetto, possiamo affermare di aver fatto un buon lavoro) - io in quell'occasione fui ammaliata dalla cucina da rivista, facendo pendere l'ago della bilancia più sull'estetica che sulla funzionalità.

Vidi su uno dei cataloghi che avevo allo studio una cucina di cui mi innamorai e feci di tutto per riadattarla allo spazio che avevo a disposizione, sacrificando però la lunghezza del piano lavoro (molto limitato).

Da sempre mi impegno affinchè questi errori non vengano commessi dai miei clienti e da tutte le persone che mi seguono e si affidano a me per consigli, idee e suggerimenti.



Da domani sfruttiamo questo tempo per interrogarci sulla nostra casa, mi rivolgo soprattutto a chi, passata questa tempesta, ha una ristrutturazione ad attenderlo.

Cerchiamo di capire cosa ci aspettiamo dalle nostre case, quali scelte dobbiamo prendere affinchè la nostra casa rispecchi i nostri reali bisogni, scopriamo insieme come renderla funzionale alle nostre necessità.

Tutto questo naturalmente è valido anche e soprattutto per chi non è in procinto di ristrutturare ma sente la necessità di migliorare piccoli aspetti della propria casa, perchè si è reso conto essere distanti dai proprio bisogni - come nel mio caso l'angolo studio -.

Magari con piccoli interventi pensati e studiati possiamo dare un nuovo valore ai nostri spazi!

Per ci invece è prossimo alla ristrutturazione il consiglio è quello di non preoccuparsi esclusivamente della scelta della cucina più figa o del salotto più cool, ma di fare in modo di avere una cucina figa e funzionale, un salotto cool e confortevole, un bagno wow e pratico!


Se vi va, vi aspetto nei commenti per condivedere la vostra esperienza e i vostri pensieri!

La tua casa rispecchia i tuoi bisogni?


A sabato prossimo!

Beatrice




101 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti