top of page

Oggi parliamo di tapparelle!

Aggiornamento: 21 mar 2023




Quanto sia importante scegliere la tipologia giusta di tapparelle lo si percepisce soltanto quando arriva il momento fatidico: bombardati da suggerimenti e recensioni contrastanti, non se ne viene a capo, indecisi su finiture, cassonetti e sistemi di apertura di diverse tipologie!

Con l'articolo di oggi proviamo a stilare una lista degli aspetti più importanti da tenere in considerazione per accompagnarvi in questa decisione, che è a tutti gli effetti un investimento a lungo termine per la vostra casa!

Le tapparelle o avvolgibili, a protezione dalle intemperie e dalle intrusioni, sono disponibili in diversi materiali, con funzionamento a cinghia manuale o motorizzata.

La parte avvolgibile, è composta da stecche orizzontali unite da ganci e collegate, mediante un nastro, ad un rullo posizionato in un cassonetto.

Ma partiamo con ordine e quindi proprio dal cassonetto!


COME SCEGLIERE LA TIPOLOGIA DI CASSONETTO


Parlando di tapparelle non si può tralasciare la scelta del cassonetto che potrebbe sembrare un aspetto che non ci riguarda direttamente - spetterà al serramentista o alla ditta che mi sta seguendo i lavori valutare la tipologia migliore di cassonetto da inserire (penserete voi!) - e invece vi assicuro che non è così, perché è una valutazione importante, nella quale dovete assolutamente essere coinvolti, al pari della tipologia di serramento!

Esistono diverse soluzioni di cassonetto infatti, con caratteristiche specifiche in termini di acustica, sicurezza, prestazioni energetiche ed estetica! Estetica??? Cosa c'entra il cassonetto per le tapparelle con l'estetica della mia casa?

Cominciamo col dire che esistono diverse tipologie di cassonetto: può essere interno a scomparsa, ad incasso totale nella muratura o esterno alla parete, quest'ultimo non sempre con un impatto visivo minimal, come ci aspetteremmo!



Proprio perché contiene al suo interno la parte avvolgibile, e il motore nel caso di tapparelle motorizzate, è necessario che l'interno del cassonetto sia sempre facilmente accessibile. In base al modello avremo lo sportello d'ispezione nella parte inferiore attraverso un tappo orizzontale, o sul verticale della parete, a filo o sporgente in base al modello installato.



I moderni sistemi a scomparsa prevedono l'inserimento del cassone direttamente a filo con il setto murario, senza sporgere, così da risultare sostanzialmente invisibile. È la soluzione più gettonata perché non ha alcun impatto all'interno dei nostri ambienti grazie al design moderno degli sportelli di ispezione, realizzati in materiali verniciabili dello stesso colore della parete.

Altre volte, per questioni di budget, di spessori della parete o di comodità di accesso alla parte ispezionabile, si sceglie la soluzione di cassonetto non a scomparsa ma più sporgente rispetto alla parete e la domanda più ovvia è: come li nascondo? In questo caso suggerisco di mimetizzarli con l'ambiente realizzando finte travi e cornici in cartongesso (da valutare in base al contesto e al progetto), o di attenuarne l'impatto attraverso i tendaggi.



Come avrete capito adottare il sistema più giusto in un preciso contesto è una scelta determinante, per niente scontata o trascurabile, sia dal punto di vista funzionale che estetico!

Ma veniamo alle tapparelle!


SONO PREFERIBILI LE TAPPARELLE IN PVC O IN ALLUMINIO?


Ciascun materiale ha i suoi pro e e i suoi contro!

Il PVC, essendo un materiale plastico, è più esposto a deformazione in presenza di alte temperature, ma ha un maggior potere isolante rispetto all'alluminio. Le tapparelle in PVC sono leggere, pratiche e piuttosto economiche; quelle in alluminio sono più robuste e pertanto affidabili, e poiché l'alluminio è un materiale meno isolante rispetto al PVC, le stecche sono riempite di schiuma di poliuretano espanso, in modo da isolare efficacemente l’ambiente interno da caldo/freddo e dalle intemperie!

La tapparella in PVC non è adatta ad aperture di grandi dimensioni (larghezza massima 2 metri), mentre la tapparella in alluminio può adattarsi ad aperture fino a 4 metri, senza rischio di deformazioni.




Entrambe sono facili da pulire e richiedono poca manutenzione, la resistenza alle intemperie è ugualmente buona, ma il PVC, in caso di grandine importante, può esserne maggiormente danneggiato ed è sicuramente meno resistente all'effrazione rispetto all'alluminio.

Parlando di effrazione non possiamo non parlare di:


TAPPARELLE BLINDATE


Le tapparelle blindate più resistenti sono realizzate in acciaio o alluminio.



Questo modello antieffrazione rappresenta un'alternativa molto più gradevole esteticamente rispetto alle inferriate.

Gli avvolgibili antintrusione in acciaio rientrano nelle classi di sicurezza più elevate (se pensate che vengono predisposte di solito per banche e gioiellerie) e si scalfiscono molto difficilmente: sono per questo più pesanti ed è bene dotarle di un sistema motorizzato.

Gli avvolgibili in alluminio sono solitamente di classe inferiore, quanto a sicurezza, rispetto a quelle in acciaio, ma sono molto più leggere tanto da poter essere predisposte anche con l’apertura ad azione manuale.

La tapparella motorizzata è ovviamente la tipologia più richiesta! È naturalmente necessaria la predisposizione di un punto elettrico, e può essere cablata o telecomandata, oppure collegata ad un impianto domotico, ovvero con gestione intelligente ed automatizzata della casa.

Vediamoli brevemente!

- tapparella cablata: collegata alla rete elettrica domestica e dotata di un interruttore sali/scendi

- tapparella telecomandata: dotata di telecomando monocanale o multicanale, per controllare apertura/chiusura a distanza

- tapparella programmabile o domotica: permette la gestione a distanza su tablet o smartphone


Negli ultimi due casi possono essere importanti, secondo me, ulteriori opzioni di sicurezza come, ad esempio, il rilevatore di ostacoli che può bloccare la corsa della tapparella, in caso di ostacolo appunto, e prevenire il danneggiamento sia della tapparella che del motore.


Ricapitolando gli espetti principali da considerare nella scelta abbiamo:

- l’estetica

- le dimensioni

- la capacità isolante

-la sicurezza


Per le prime due - estetica e dimensioni - bisogna sicuramente seguire le direttive del progetto della nostra casa affinché tutto risulti come abbiamo immaginato!

La capacità isolante dipende certamente dal materiale scelto e dal tipo di cassonetto predisposto, per assicurare un adeguato isolamento termoacustico.

Per quanto riguarda il fattore sicurezza sicuramente incide nella scelta la collocazione della nostra casa - ambiente isolato, piano della casa, predisposizione di altri sistemi di allarme -


Qualche indicazione finale!

La scelta del materiale delle tapparelle non è vincolata al tipo di infisso che si ha già o si desidera predisporre, ma si considerano sempre le esigenze personali, economiche e del progetto.

Per quanto riguarda il colore, attenzione ad evitare le tonalità che scoloriscono più facilmente (confrontarsi con il fornitore) e se si abita in un condominio attenersi sempre al regolamento condominiale, potrebbero esserci delle indicazioni da rispettare!


Nel prossimo articolo un altro tema ricorrente nelle vostre richieste (e collegato all'argomento di oggi): i tendaggi!


Buona domenica!

595 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page